https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=UA-122597469-1

Il settore dei profumi alla spina e dei profumi equivalenti muove milioni di euro in Europa

La profumeria è sempre stata vincolata alla moda ed alla cosmetica, ma ha retto meglio alla crisi rispetto a questi settori, perché il profumo è un prodotto che consumiamo tutti i giorni.

Durante la crisi mondiale, che inizió nel 2008 e fu responsabile della recessione economica, il settore della profumeria subí un tracollo e questo rappresentó un fattore chiave per la crescita del profumo alla spina.

Con la comparsa sul mercato del profumo alla spina e dei profumi equivalenti, il prezzo medio del profumo è diminuito, creando una nuova breccia nel mercato con buone prospettive di crescita.

Gli esperti di Nielsen affermano che, negli ultimi anni, nel mercato dei profumi alla spina, della bellezza e dell’igiene, il consumatore presenta una marcata tendenza a comprare prodotti in offerta o con alcun tipo di promozione.

Il profumo alla spina ed il profumo equivalente hanno aumentato il loro mercato estero, espandendosi principalmente in Germania, Italia, Francia, Inghilterra e Spagna.

L’ inversione delle imprese dei profumi alla spina e dei profumi equivalenti si centra sulla qualità del prodotto, sminuendo l’ importanza che riveste la boccetta del profumo, che è stata sostituita da una boccetta semplice, aspetto che le grandi marche hanno, al contrario, sempre curato nei minimi dettagli.

Con questo cambio di scenario che si è prodotto negli ultimi anni per quanto riguarda il profumo alla spina, le necessitá del consumatore sono cambiate: adesso desidera  un prodotto di qualità ad un prezzo accessibile.

 

 Il profumo alla spina ha coperto una necessità latente

Ci sono nuovi profili di consumatori che bisogna tenere in considerazione, per esempio i millennials: la generazione digitale( nata tra il 1981 e il 1996),che rappresenta un pubblico inquieto, informato ed avvezzo alle nuove tecnologie, alla rapidità.

Il mondo della profumeria alla spina deve comprendere bene il suo consumatore finale: 95% dei consumatori afferma che il profumo è più importante della marca,  un 57% vuole comprare un profumo di qualità senza pagare per la marca.

I consumatori di profumi apprezzano molto l’odore del profumo come caratteristica principale (39%), ma prendono in considerazione anche altre caratteristiche, come ad esempio la durata dell’aroma.

Dobbiamo inoltre ricordare che il 65% dei consumatori preferisce un profumo low cost per un uso quotidiano, mentre invece utilizza un profumo di marca solo in occasioni speciali.

Questi dati riflettono come il profumo alla spina rappresenta per il consumatore un qualcosa che deve coprire una necessità giornaliera, senza sostituire le marche di lusso.

Il mercato del profumo alla spina ha reso accessibile questo prodotto a tutti e presenta interessanti prospettive per il futuro.