https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=UA-122597469-1

I profumi alla spina floreali e fruttati

I nostri profumi alla spina sono un universo, ma lo sono anche tutti quelli che esistono nel mondo. Nonostante tutto molti di loro condividono caratteristiche molto comuni e conosciute. Per tale motivo, i diversi tipi di profumi alla spina si raggruppano per famiglie olfattive. Queste famiglie indicano le caratteristiche generali degli aromi che li compongono.

Questa classificazione si basa sugli aromi predominanti nella fragranza. Non é una scienza esatta, dato che puó variare in base a chi fa la classificazione. Peró oggi ci concentriamo sulle differenze tra due famiglie che potremmo confondere facilmente: i profumi alla spina fruttati e floreali.

Circa questi aromi

I  profumi fruttati ed i profumi floreali sono ideali da usare nella vita di tutti i giorni. Devono essere leggeri peró molto gradevoli, donare uno stile fresco e delicato, mettendo in risalto l’allegria della nostra personalitá tutti i giorni.

Hanno un uso piú frequente in donne ed adolescenti. Questi profumi alla spina spiccano per la loro unione di tonalitá, che attira facilmente l’attenzione delle personalitá eleganti, gentili, determinate, vincenti..

Esiste un’ampia gamma di questi profumi alla spina. Alcuni sono piú dolci, altri piú intensi. Si possono trovare anche aromi piú agrumati, come la tipica unione di mandarino, arancia, cannella e gelsomino.

Cosa li differenzia?

 

I profumi alla spina floreali sono composti da odori meravigliosi. Uno dei piú importanti sono quelli che ci trasportano fino ai boschi tropicali ed esotici. Gli odori di pino, fico, arancio in fiore che emanano aromi deliziosi.

L’odore rinfrescante del gelsomino oppure il profumo sdolcinato della dama di notte potrebbe sequestrarci nell’oscuritá  e portarci improvvisamente verso un’estasi di odori.

Gli aromi floreali sarebbero i piú belli ed i piú accattivanti. Direi che sono como la bellezza naturale in forma d’aroma. La rosa, come il gelsomino, emette odori che sono una pura delizia, emblematica e di origine floreale. Ma esistono anche altri fiori che ci fanno deliziare con il loro aroma.

In questo gruppo di materie troviamo i fiori d’arancio, il ylang-ylang e la mimosa. Sono tre aromi floreali che nascono dagli alberi, e quelli che si usano maggiormente nei profumi.

Dall’altro lato abbiamo i profumi alla spina fruttati. I frutti hanno un aroma molto frizzante ed allegro, che da’ buon umore. Questi aromi trasmettono luce ed allegria a tutte le fragranze. Inoltre le conferiscono un aspetto puro, pulito e stimolante, una purezza che rende molto gradevole questo tipo di fragranze.

Normalmente,troviamo note citriche nei profumi, soprattutto basi di bergamotto. Nonostante ció, il mondo delle note fruttate é molto piú vasto di quello che sembra. I profumi piú conservatori sono quelli che contengono pompelmo e limone. Ma, oggigiorno, esistono fragranze che uniscono frutti esotici come l’ananas, il melone, i frutti rossi e la prugna.

La buccia dei frutti contiene la parte piú aromatica. Un aroma piú denso ed intenso rispetto a quello che potremmo ottenere dalla polpa. L’estratto della buccia si usa quando si vuole ottenere un profumo che debe durare molte ore, che resista sulla nostra pelle, che ci accompagni all’entrata del lavoro fino all’uscita.

I profumi alla spina floreali e fruttati sono in conclusione…

 

Sono fragranze informali, di uso quotidiano. Anche se sono informali, spiccano di piú gli aromi fruttati, ideali per l’estate, ma si possono usare in altre epoche dell’anno.

Il tutto si puó adattare ai cambi climatici, allo stile di vita della gente: dinamico, tranquillo, spregiudicato..

 

Per conoscere meglio le nostre equivalenze di profumi puoi accedere a questo blog non ufficiale che ti sara’ di aiuto

Vismaressence – Laboratorio dei profumi